Ninfee

Le piante da laghetto sono importanti per la salute del tuo laghetto, a cui regalano dei magnifici colori. Piante, ninfee e piante galleggianti fanno risplendere l'acqua con la loro magnifica presenza. Le piante ossigenanti sono la cosa più importante per il laghetto. Con le giuste condizioni dell'acqua, queste piante ne preservano la limpidezza. Così potrai sempre osservare e goderti la vita al di sotto della superficie dell'acqua. Inoltre queste piante tengono lontane le alghe dal laghetto. Piante da sponda e piante palustri sono spesso utilizzate per rifinire il bordo del laghetto con dei magnifici colori. È così tutte queste piante da laghetto daranno al tuo laghetto il suo aspetto complessivo.

1 - 24 di 26 prodotti

Ninfee

Le piante da laghetto si differenziano per le diverse zone a cui sono destinate. Ogni specie di pianta da laghetto prevede una determinata profondità di impianto ed è destinata a una zona specifica. Alla zona 1 sono destinate le piante da sponda, che vengono piantate in piena terra. Si tratta principalmente di piante da giardino e piante perenni che prediligono un terreno umido. Le piante palustri sono destinate alla zona 2 e amano stare con i piedi a mollo. Spesso hanno una profondità di impianto di 20 cm. Le piante acquatiche o subacquee si trovano completamente al di sotto della superficie acquatica. Possono essere piantate a una profondità di circa 40 cm, nella cosiddetta zona 3. Le varietà fiorite mostrano comunque i loro fiori al di sopra dell'acqua. Le ninfee, le regine del laghetto, si trovano nella zona 4. Vanno piantate a una profondità di circa 120 cm. Talvolta nella zona 4 vengono piantate anche le piante ossigenanti, avendo anch'esse una profondità di impianto di circa 120 cm. Tuttavia, su Bakker.com le piante ossigenanti sono classificate tra quelle destinate alla zona 5. Le piante ossigenanti vanno sempre piantate subito dopo la posa del laghetto. Così le alghe non avranno alcuna possibilità di svilupparsi. Le piante galleggianti sono destinate alla zona 6. Queste piante non vanno piantate sul fondo del laghetto, ma vanno semplicemente collocate sulla superficie dell'acqua. Le radici delle foglie assorbono il nutrimento dall'acqua. Attenzione: la profondità di impianto si misura sempre a partire dalla superficie dell'acqua.

Ninfee

Le ninfee sono anche denominate le regine del laghetto. Le ninfee amano l'acqua calma e sole in abbondanza. Durante il giorno, i loro splendidi fiori fanno risplendere il laghetto. &Rsquo s Di notte e con il maltempo, i fiori si chiudono. Oltre ad avere dei fiori splendidi, la ninfea è anche importante per il laghetto. Le foglie creano ombra nel laghetto. Gli animali ne approfittano per rinfrescarsi e le alghe hanno così meno possibilità di svilupparsi.

Piantare le ninfee

Le ninfee vanno piantate a una profondità compresa tra i 40 e i 120 cm, misurati a partire dalla superficie dell'acqua. Il periodo migliore per piantare le ninfee è la primavera. Quindi è bene farlo tra aprile e giugno. Puoi piantarle sul fondo del laghetto o anche in dei cestini da laghetto. Se opti per un cestino da laghetto, scegli sempre un formato grande. Cestini troppo piccoli potrebbero finire per limitare la crescita, non consentendo alla pianta di assorbire il nutrimento sufficiente. Riempi il cestino da laghetto con la zolla della ninfea e dello speciale terricco da laghetto. L'ideale è mischiare argilla al terriccio da laghetto. Ricopri il terriccio con uno strato di sabbia o ghiaia grossolana, onde evitare che si sciolga nell'acqua o che venga sciacquato via. Non piantare la ninfea nel punto più profondo del laghetto. Lascia prima crescere un po' la pianta in un punto meno profondo.

Potare le ninfee

Le ninfee tendono a sviluppare sempre più foglie. Se le foglie diventano troppe, non solo l'acqua sarà difficile da vedere, ma al suo interno sarà presente sempre meno ossigeno. Il che non è buono per l'habitat di animali e batteri acquatici. In autunno, rimuovi le foglie vecchie in modo che l'acqua possa avere ossigeno a sufficienza. Per farlo, taglia gli steli delle foglie a circa 20 cm al di sopra della superficie dell'acqua. Rispettare questa altezza è importante per impedire che le radici marciscano. Per questo vanno sempre utilizzati utensili da potatura affilati e puliti, onde evitare ferite da potatura. In autunno è bene rimuovere anche i boccioli e gli steli morti.
Una volta ogni 3 o 4 anni, puoi ringiovanire la ninfea. Il momento per farlo è quando la ninfea e le foglie crescono più in alto della superficie dell'acqua. Estrai dall'acqua il cestino da stagno con la ninfea e sciacqua il rizoma per pulirlo. Quindi recidi via la parte vecchia del tubero e degli steli, lasciando il germoglio superiore e circa 15 cm di stelo, per poi piantarli nuovamente nel cestino da laghetto con dell'apposito terriccio. Il germoglio dovrà avere lo stelo inclinato verso l'alto e la ferita da taglio verso il basso, nel cestino. Una volta ricoperto il cestino con sabbia o ghiaia grossolana, colloca nuovamente il giovane germoglio nel laghetto.  

Carrello

×

Product title

1 x 29,95 €

Totale parziale

Vai alla cassa