Piante da stagno

Le piante da laghetto sono indispensabili dentro e intorno a un laghetto. Le ninfee fanno risplendere il tuo laghetto. Le piante acquatiche e ossigenanti garantiscono un equilibrio biologico nel laghetto e producono ossigeno. Ciò garantisce acqua limpida e una buona qualità della vita per i pesci. Rane e libellule saranno particolarmente grate di potersi riposare e nascondere al di sopra e al di sotto dei fusti o delle foglie. Esistono diverse specie di piante da laghetto. Spesso vengono classificate in base alla profondità alla quale vanno piantate nel laghetto. Sono quindi suddivise per zone del laghetto. Spesso si indicano 6 zone. Bakker.com indica sempre la profondità delle piante nelle informazioni riportate sul sito web e sull'etichetta. Attenzione: la profondità viene calcolata a partire dalla superficie dell'acqua.
Le piante da sponda fanno parte della prima zona e crescono intorno al bordo del laghetto. Queste piante non si trovano al di sotto del livello dell'acqua. Piante palustri (zona 2) e Piante acquatiche (zona 3) crescono nell'acqua. Le ninfee (zona 4) e le piante ossigenanti (zona 5) prediligono l'acqua più profonda. Piantale a una profondità di oltre un metro. Le piante galleggianti sono quelle che occupano l'ultima zona. Queste piante vanno adagiate sulla superficie dell'acqua e quindi non vengono piantate sul fondo. Ogni specie di pianta da laghetto ha una propria funzione nel laghetto.

1 - 24 di 56 prodotti

Piante da stagno

Piantagione delle piante da sponda intorno al laghetto

Tra le piante da laghetto, le piante da sponda sono quelle destinate alla prima zona. Vengono piantate sul bordo (la sponda) del laghetto. Le più belle piante da laghetto possono crescere nel terreno umido dentro e intorno all'acqua (sponde e terreno palustre). Spesso vengono utilizzate per mascherare la sponda del laghetto in modo naturale. Tieni presente che il terreno in prossimità di un laghetto artificiale non è necessariamente molto più umido rispetto al resto del giardino. Alcune piante da sponda possono quindi essere piantate sia in terreni asciutti che umidi. Alcune piante da sponda possono essere utilizzate anche come  piante da giardino nella bordura. Le specie che crescono bene anche in terreni asciutti in prossimità di un laghetto sono ad esempio la salcerella, l'euforbia palustre e varie altre piante perenni. Naturalmente si può anche utilizzare della pellicola per laghetti in prossimità del laghetto per creare una vera e propria zona palustre, adatta ad ospitare piante da sponda il cui habitat ideale è il terreno umido. Ad esempio, puoi optare per piante dalla fioritura rigogliosa come il gladiolo blu.

Pianta palustre in acqua bassa

La zona 2 del laghetto è destinata alle piante palustri che vanno piantate fino a circa 40 cm di profondità. Come per le piante da sponda, spesso si tratta di piante dalla splendida fioritura, che fanno risplendere il tuo laghetto. Le piante palustri rappresentano il passaggio dalla sponda al laghetto. Esistono 3 diversi tipi di piante palustri da piantare a diverse profondità: piante che necessitano di un terreno paludoso, ma non possono stare sott'acqua, piante che devono stare nell'acqua bassa e piante che possono crescere sia all'asciutto che in acqua.

La ninfea, la regina del laghetto

Le ninfee sono meravigliose nel laghetto e per questo sono definite le regine del laghetto. Queste bellezze sono disponibili in molti colori diversi. Pianta le ninfee a una profondità di circa 120 cm. Per quanto riguarda la profondità, le ninfee si collocano nella zona 4. Oltre a ravvivare il laghetto, le ninfee sono utili anche per arricchirne la biodiversità. Gli animali, come le rane e le libellule, cercano refrigerio all'ombra delle foglie di ninfea. Le ninfee stesse hanno bisogno di molto sole per fiorire bene, almeno 5 ore al giorno. È inoltre curioso che le ninfee dormano di notte proprio come le persone. Di sera il fiore si chiude, per poi riaprirsi lentamente all'alba.

Acqua limpida nel laghetto

Le piante da laghetto svolgono un ruolo cruciale quando si tratta di creare o mantenere limpida l'acqua del laghetto. Rallentano la crescita delle alghe, risparmiandoti un sacco di lavoro! Le alghe prediligono un ambiente caldo e ricco di sostanze nutritive. Collocando piante ossigenanti nel laghetto si rende l'acqua povera di sostanze nutritive. Allo stesso tempo le piante da laghetto bloccano la luce del sole, in modo che l'acqua non diventi troppo calda. In particolare le ninfee e le piante galleggianti sono perfette per catturare la luce del sole. Le rane e gli insetti utili spesso usano l'ombra di queste piante per rinfrescarsi.

Piante ossigenanti nel laghetto come base

Per un buon risultato, si dovrebbe individuare un punto luminoso e abbastanza soleggiato per le piante del laghetto. Il periodo migliore per piantare le piante da laghetto è tra aprile e giugno. Le piante ossigenanti, come la coda di cavallo acquatica e l'erba diamante, costituiscono la base di ogni laghetto. Dopo aver posizionato il laghetto e averlo riempito d'acqua, pianta le piante ossigenanti il prima possibile (preferibilmente entro 24 ore). In questo modo non darai alle alghe la possibilità di svilupparsi in acqua. Per mille litri d'acqua sono sufficienti 4 cespugli o piante in vaso. È solo dopo aver piantato le piante ossigenanti che viene il turno delle piante ornamentali da laghetto, come ad esempio le ninfee.

Pianta le piante da laghetto in dei cestini

Nei grandi laghetti naturali puoi semplicemente piantare piante da laghetto nel terreno, sia lungo le sponde che in acqua. Ricopri di piante al massimo un terzo del fondale del laghetto, in modo che abbiano spazio a sufficienza. Di certo le ninfee amano avere spazio per crescere. Soprattutto nei laghetti più piccoli è importante evitare che le piante si espandano troppo. Utilizzando cestini per laghetto, le piante rimangono meglio al proprio posto e possono essere facilmente spostate. Copri il cestino con un pezzo di iuta e riempilo con del terriccio speciale da laghetto (non usare mai il normale terriccio per vasi, sarebbe una festa per le alghe). Quindi rimuovi con cura le piante acquatiche dal vaso e collocale nel cestino. Riempi di terra e copri tutto con la iuta rimanente. Cospargi con uno strato di ghiaia o sabbia e colloca il cestino alla giusta profondità nel laghetto (nella corretta zona del laghetto). Le istruzioni corrette sono sempre riportate sull'etichetta della pianta. Non è presente una zona paludosa poco profonda? Allora puoi collocare i cestini su un mucchio di pietre. Tutto l'occorrente per la piantagione delle piante acquatiche è disponibile nel nostro assortimento di prodotti per laghetto.



.
Altri consigli su come piantare o curare le piante da laghetto? Dai un'occhiata alla nostra pagina di consigli per il giardinaggio’s. 
 
Dai un'occhiata anche agli interessanti prodotti di seguito elencati:

Carrello

×

Product title

1 x 29,95 €

Totale parziale

Vai alla cassa