Piante ossigenanti

Le piante da laghetto e senz'altro le piante ossigenanti non dovrebbero mancare in un laghetto salubre. Danno il giusto equilibrio di sostanze all'interno del laghetto e garantiscono una minor presenza di alghe. Altre piante da laghetto danno un bel colore allo laghetto, circondandolo completamente di un'aura splendente.

Piante ossigenanti

Le diverse tipologie di piante da laghetto si collocano in zone diverse. La zona 1 è destinata alle piante da sponda, che vanno piantate sul bordo esterno del laghetto. Queste piante da giardino crescono nel terreno bagnato, ma non sono permanentemente sott'acqua. La zona 2 è destinata alle piante palustri. Queste piante si collocano dall'altro lato rispetto al bordo della sponda e mantengono il terreno umido. Piantale a una profondità di circa 15/20 cm. Questa profondità è misurata in rapporto alla superficie dell'acqua. La zona 3 è destinata alle piante acquatiche o alle piante subacquee, che si trovano quindi in gran parte o completamente al di sotto del livello dell'acqua. Spesso le piante acquatiche da fiore si innalzano al di sopra della superficie dell'acqua. La zona 4 è destinata alle ninfee, che tutti conoscono. La regina del laghetto fa risplendere i suoi magnifici colori sullo specchio d'acqua. La zona 5 è destinata alle piante ossigenanti, che come detto in precedenza sono essenziali per la salute del laghetto e riducono il rischio di alghe. La zona 6 è destinata alle piante galleggianti, da collocare sull'acqua per decorare il laghetto. Le foglie delle piante galleggianti sono un perfetto nascondiglio per gli animali acquatici quando hanno bisogno di rinfrescarsi dal sole.

Piante ossigenanti

Le piante ossigenanti sono forse le piante più importanti per il laghetto. Garantiscono che il laghetto rimanga limpido e che vi sia ossigeno a sufficienza per pesci e batteri. Le piante ossigenanti assorbono l'anidride carbonica dall'acqua e la convertono in ossigeno, di cui vivono gli organismi presenti nell'acqua. Le piante hanno bisogno di un buon habitat per sopravvivere. Ad esempio, l'acqua deve contenere abbastanza minerali, come magnesio e calcio. Questo tipo di acqua è definita acqua dura. Questa durezza può essere ridotta dall'acqua piovana che cade nel laghetto. È importante continuare a reintegrare questi minerali in modo che le piante ossigenanti possano sopravvivere bene. Inoltre, le piante per crescere bene hanno bisogno di luce sufficiente, di una temperatura dell'acqua compresa tra i 12 e i 25 gradi Celsius e di una quantità di anidride carbonica sufficiente. Se c'è troppo poca CO2 nell'acqua o se la qualità dell'acqua non è abbastanza buona, la probabilità che si sviluppino alghe nell'acqua può aumentare nuovamente. Si raccomanda di fare un test della qualità dell'acqua di tanto in tanto.

Piantagione di piante ossigenanti

Le piante ossigenanti crescono (quasi) completamente sott'acqua. Ci sono due modi per piantare piante ossigenanti nel laghetto. Il primo metodo è con degli speciali cestini da laghetto. Prendi un grande cestino da laghetto e mettici dentro le piante. Riempi il cestino con lo speciale terriccio da laghetto. Non utilizzare terriccio per il giardino o per vasi, poiché viene sciacquato via facilmente. In cima è presente uno strato di sabbia grossolana da lavare via, per ridurre al minimo il rischio di putrefazione delle radici. Il secondo metodo è principalmente adatto quando i cespugli di piante sono già un po' più grandi. Avvolgi delicatamente la pianta intorno a una pietra e legala con una corda. Quindi colloca le pietre sulla pellicola del fondale del laghetto.
Il periodo ideale per piantare piante ossigenanti è tra aprile e giugno. Tuttavia, è consigliabile piantare le tue piante ossigenanti subito dopo la posa del laghetto. Ad eccezione dell'inverno, le piante ossigenanti possono essere piantate nel laghetto in qualsiasi stagione. Piantando le piante ossigenanti subito dopo la posa del laghetto, non darai alle alghe alcuna possibilità di svilupparsi. Per mantenere il laghetto salubre e limpido si consiglia di mettere circa 4-5 piante ossigenanti per 1000 litri di acqua. È preferibile collocare qualche pianta ossigenante in più piuttosto che qualcuna in meno, per mantenere il laghetto libero dalle alghe.

Potatura delle piante ossigenanti

Un paio di volte all'anno, le piante ossigenanti devono essere potate. La potatura va eseguita quando le piante ossigenanti raggiungono quasi la superficie dell'acqua. Questo perché quando le piante acquatiche raggiungono la superficie dell'acqua, non crescono più così rapidamente. La pianta va ridotta a circa un terzo della sua lunghezza. In questo momento i nuovi germogli continueranno a crescere sulla pianta. Questi germogli cresceranno a loro volta in direzione della superficie dell'acqua. Nell'eseguire la potatura, utilizza sempre utensili di potatura affilati e puliti utensili da potatura. In questo modo si evitano ferite da potatura alle piante.
Dai un'occhiata anche ai prodotti interessanti di seguito elencati:

Carrello

×

Product title

1 x 29,95 €

Totale parziale

Vai alla cassa

Choose your country

  1. België België
  2. Belgique Belgique
  3. Ceska Republika Ceska Republika
  4. Deutschland Deutschland
  5. France France
  6. Italia Italia
  7. Magyarország Magyarország
  8. Nederland Nederland
  9. Österreich Österreich
  10. România România
  11. Schweiz Schweiz
  12. Suisse Suisse
  13. United Kingdom United Kingdom