Amaryllis, varietà di gran risalto per la casa e il giardino!

L’Amaryllis (Hippeastrum) è una varietà spettacolare sia in casa che in giardino. Sempre più apprezzato, le sue dimensioni e tonalità creano stupende macchie di colore! Molto facile da coltivare, fiorisce senza problemi. I calici floreali variano dal bianco al rosso intenso, possono essere striati o multicolore, a fiore singolo o doppio, ma anche gli amaryllis grandiflora hanno colori stupendi. Bakker.com ti propone gli amaryllis più belli!

L’Amaryllis in casa

L’amaryllis in casa può essere interrato in una fioriera, oppure inserito in un apposito vaso in vetro per amaryllis, posizionando il bulbo in modo che le radici sfiorino l’acqua, il risultato sarà comunque strepitoso! Puoi anche posizionare il bulbo così com’è su un vassoio ornamentale, aggiungendovi degli elementi decorativi come pigne e candele. Far fiorire un bulbo di amaryllis è davvero facilissimo!

Favoloso! Bulbi di amaryllis utilizzati nelle composizioni, nei vasi per amaryllis o rivestiti di cera.

  • Amaryllis in vaso – Il bulbo di amaryllis interrato in vaso in casa fiorisce facilmente. Scegli un bel vaso ornamentale, disponi dei cocci o degli idrogranuli sul fondo e aggiungi del buon terriccio da vaso. Posiziona l’Hippeastrum nella terra in modo che il bulbo sporga dal terreno per un terzo. Annaffia moderatamente la terra (non il bulbo) e posiziona il vaso in un luogo caldo e luminoso. Inizialmente va annaffiato poco, poi, quando inizia a svilupparsi, annaffialo un po’ di più, aggiungendo del fertilizzante di tanto in tanto. In un ambiente fresco il periodo di fioritura risulterà più lungo.
  • Amaryllis in acqua – Inserisci il bulbo in un apposito vaso in vetro per amaryllis, in modo che il bulbo si trovi appena sopra l’acqua e posiziona l’Hippeastrum in un luogo caldo e luminoso in soggiorno. Aggiungi regolarmente l’acqua e rinnovala completamente quando cambia colore.
  • Amaryllis ornamentale senza terra – l’amaryllis può anche fiorire in soggiorno senza terra né acqua grazie alle energie racchiuse nel bulbo. Eventualmente puoi prima immergere il bulbo per una notte in un secchio di acqua tiepida, poi posizionarlo su un bel vassoio. Di tanto in tanto vaporizza il bulbo, in modo che si mantenga perfettamente!
  • Amaryllis rivestiti di cera – Gli eccezionali bulbi di amaryllis con cera sono rivestiti con un ornamentale strato in cera in diverse tonalità di colore. Il bulbo fiorisce perfettamente, senza terra né acqua. Questi amaryllis meritano una posizione di spicco in casa e, a seconda della temperatura dell’ambiente, i fiori persisteranno per 3-6 settimane.

La piantagione dei bulbi di amaryllis in giardino

L’Hippeastrum risulta di gran risalto anche in giardino. I bulbi di amaryllis si piantano in giardino quando non gela più, perché questi bulbi non sono resistenti al gelo.

L’Amaryllis richiede una posizione riparata e soleggiata. Interra le radici del bulbo verso il basso, mantenendo circa 1/3 del bulbo sopra il terreno. La distanza tra un bulbo e l’altro deve essere di circa 20 cm. Annaffia subito dopo la piantagione (senza bagnare il bulbo). A seconda del clima, il bulbo fiorirà in giardino dopo circa 3-6 settimane. Questi bulbi vegetano perfettamente anche in grandi vasi e fioriere su terrazzi e balconi.

L’Amaryllis in vaso sulla tavola

I fiori di Amaryllis risultano favolosi anche in vaso sulla tavola, perciò consigliamo di piantare qualche bulbo in più in giardino in modo da poter cogliere i fiori per i tuoi bouquet. Questi grandi fiori sono ideali per creare splendide composizioni floreali!

Come mantenere i bulbi di amaryllis per l’anno seguente

Far sopravvivere l’amaryllis in inverno per farlo rifiorire l’anno dopo non è facile ma, con le dovute cure e attenzioni, è assolutamente possibile. Innanzitutto occorre tagliare tutti i fiori appassiti in modo che non formino le capsule di semi, che toglierebbero energia al bulbo. Terminata la fioritura, il bulbo deve continuare a crescere per far sviluppare sufficientemente le foglie, che poi moriranno dopo aver restituito tutta l’energia al bulbo. Tutto ciò per garantire la formazione di nuove gemme l’anno dopo. Mantieni umido il terreno (non troppo bagnato) e fertilizza il bulbo ogni due settimane con del fertilizzante per piante da interni. La pianta dovrebbe continuare a svilupparsi per altri 8 mesi ad una temperatura di 20 gradi C. Quando tutte le foglie sono morte (a fine estate) il bulbo non va più annaffiato. È il momento di posizionarlo al fresco (7-17 gradi C) per circa 10 settimane, in un luogo non troppo luminoso. Dopo questo periodo di riposo vegetativo, il bulbo va riportato al caldo e occorre iniziare ad annaffiarlo nuovamente, ma moderatamente. Ora puoi rinnovare lo strato superiore di terra nel vaso. Il bulbo va travasato completamente ogni 3 anni. Seguendo queste istruzioni potrai conservare i bulbi di amaryllis per diversi anni; naturalmente puoi anche optare per l’acquisto di bulbi nuovi ogni anno.

La storia dell’Hippeastrum

Il nome latino corretto dell’amaryllis è Hippeastrum. Il nome originario Amaryllis (belladonna) in realtà si riferisce ad un’altra bulbosa che proviene dall’Africa meridionale. L’Hippeastrum, che noi conosciamo comunemente come Amaryllis, è originario delle zone (sub)tropicali dell’America meridionale. Il bulbo è arrivato in Europa nel 19° secolo ed è poi stato coltivato, creando moltissimi ibridi, fino ad ottenere numerose, nuove varietà in forme e tonalità diverse. Negli anni ‘70 la collezione divenne ancora più estesa e ora il genere comprende circa 75 varietà in più di 600 diversi ibridi e cultivar.

Carrello

×

Product title

1 x 29,95 €

Totale parziale

Vai alla cassa