Come potare il Pero

come potare il Pero

La potatura in gennaio - febbraio

La potatura principale del Pero si effettua in gennaio-febbraio, alla fine dell’inverno.

Potare i rami laterali e tagliare completamente i rami che crescono verso l’interno e quelli che si incrociano. Lo scopo principale della potatura delle piante da frutto è di permettere alla luce di filtrare in tutta la pianta in modo ottimale.

Se si mette a dimora una pianta giovane, occorre fornirle un sostegno e potarla di ritorno fino a circa 10 cm sopra il ramo laterale più elevato. Se il pero ha già sviluppato rami laterali, potarli vigorosamente di ritorno fin sopra una gemma rivolta verso l’esterno. Questi rami formeranno i rami principali della pianta.

Dopo il primo anno, i rami principali saranno cresciuti vigorosamente sviluppando molti nuovi rami, che andranno potati di ritorno per metà circa tagliando completamente anche i rami che crescono verso l’interno. Questi rami potati in estate ricresceranno formando una ramificazione compatta.
La volta successiva i nuovi rami andranno potati di ritorno di circa un quarto, sempre eliminando completamente i rami che crescono verso l’interno.

Ora la pianta è quasi adulta e va potata ogni anno in due modi differenti. Potare di ritorno i nuovi germogli fino a circa sei gemme dal ramo da cui germogliano.

I grossi ma corti rami laterali che crescono sui rami sono i rami che fioriranno e fruttificheranno. Ogni anno tagliarne una parte per ringiovanire continuamente la pianta.

Potare in giugno

Dopo la potatura invernale il pero potrebbe sviluppare dei polloni che si potano in giugno. Questi polloni si riconoscono facilmente in quanto si sviluppano verticalmente, nascono dalle gemme che non sono fiorite e in breve crescono formando lunghi rami. È importante eliminarli in quanto sottraggono energie alla pianta

Carrello

×

Product title

1 x €29,95

Totale parziale

Vai alla cassa