Come potare l’Uvaspina?

come potare l’Uvaspina

La potatura tra gennaio e marzo

L’Uvaspina può essere potata fin dal primo anno di piantagione. In marzo tagliare tutti i rametti che non arrivano a 10 cm di lunghezza. I rami restanti si tagliano fino a ¾, sempre ad una gemma rivolta verso l’esterno. Se si tratta di una varietà pendente, si pota fino ad una gemma rivolta verso l’alto. In estate l’Uvaspina svilupperà nuovamente dei getti sui rami potati, che si poteranno in gennaio-marzo.

Selezionare non più di 8 di questi nuovi getti, che diventeranno i rami principali, suddivisi in tutto l’arbusto (evitando di scegliere dei getti che crescono verso l’interno o che si intersecano) e potarli di ritorno fino a circa ¼. Anche in questo caso controllare se le gemme sono rivolte verso l’esterno o verso l’alto. I getti non selezionati vanno potati di ritorno fino a 4 gemme.

L’estate seguente l’arbusto svilupperà nuovi getti e rami. Nel successivo periodo di potatura (gennaio-marzo) si potano di ritorno tutti i getti che si sono formati durante la stagione vegetativa, partendo dai rami principali fino a circa 8 cm di lunghezza: in questo modo sui rami principali si formeranno dei getti corti che poi fruttificheranno.

Se non si desidera far sviluppare troppo l’arbusto adulto, occorre cimare tutti gli anni i rami principali, potando di ritorno circa 3-4 gemme.

Se un ramo vecchio diventa meno produttivo, sarà necessario sostituirlo potandolo di ritorno fino ad un germoglio laterale, che diventerà poi il nuovo ramo principale. Anche i rami che crescono nella parte inferiore vanno rimossi altrimenti, quando i frutti maturano, i rami diventano troppo pesanti e potrebbero arrivare a terra, danneggiando sia i frutti che i rami.

Il periodo migliore per effettuare la potatura è o alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera, tenendo presente che le varietà potate non devono essere esposte al rischio di gelate. Se l’Uvaspina non viene potata o viene potata in modo errato, diventerà troppo grande oppure poco produttiva.

Ogni anno, alla fine dell’inverno e prima che spuntino le gemme/occhi, l’Uvaspina va potata. La potatura stimola la produttività dell’arbusto, mantenendo una struttura “aperta”. Consente inoltre una corretta esposizione alla luce. Se l’arbusto è troppo fitto, le foglie e i frutti sono maggiormente esposti alla muffa.

Carrello

×

Product title

1 x €29,95

Totale parziale

Vai alla cassa